Attività R&D

DESTE “THERMO STOP” PANEL

L’obiettivo specifico del progetto è la ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale di un prototipo un componente edilizio denominato “DESTE Thermo – stop Panel” specificamente studiato per migliorare le prestazioni energetiche delle coperture degli edifici con un efficace sistema multistrato che assicura l’isolamento termico-acustico. Il pannello è inoltre adattabile per l’accoppiamento di un layer tecnologico fotovoltaico di prima e seconda generazione (a film sottile).

Dai risultati ottenuti nello studio di fattibilità che Delta Engineering Services srl ha condotto nell’ambito della ricerca realizzata nell’ambito della tematica di ricerca N.6 “Componenti edilizi sostenibili” finanziato dalla Regione Emilia Romagna tramite il bando “Dai Distretti Produttivi ai Distretti Tecnologici – 2 ( Interventi per il rafforzamento dell’orientamento tecnologico dei distretti produttivi dell’Emilia-Romagna, distretto n. 4 – “Materiali e tecnologie per le costruzioni”), si è intravisto l’opportunità di sviluppo legate al potenziale di mercato del pannello nei settori di riferimento del campo dell’edilizia di nuove costruzioni con prestazioni energetiche in classe A e A+, nonché di ristrutturazione di edifici secondo criteri di progettazione eco sostenibili.

Il pannello presenta caratteristiche di adattabilità architettonica e flessibilità di utilizzo, assolvendo anche alla funzione di elemento dissipativo dell’azione sismica qualora venga inserito all’interno della struttura edilizia. Questa applicazione è da analizzare in dettaglio successivamente alla prototipazione del pannello e nasce dal fatto che i materiali termoplastici hanno coefficienti elastici atti ad attutire compressioni e deformazioni.

Le caratteristiche di isolamento termico vengono garantite tramite l’utilizzo di materiali innovativi a cambiamento di fase che, inseriti in determinate geometrie alveolari, assorbono energia. L’utilizzo efficace di questi materiali innovativi sono stati studiati mediante modelli di calcolo che simulano l’assorbimento del flusso energitico in funzione delle quantità di materiale e la disposizione all’interno del substrato termoplastico.

 Attraverso il know how acquisito nella ricerca di DESTE PANEL sui materiali a cambiamento di fase e il loro comportamento tramite modelli di simulazione del flusso termico/energetico in funzione, il gruppo di ricerca di Delta Engineering Services srl si propone l’applicazione nel settore degli imballaggi di materiali termo sensibili. Il progetto di ricerca include l’acquisizione del know how di materiali a cambiamento di fase per lo specifico utilizzo, l’applicazione dell’algoritmo per il calcolo del flusso termico per definire la quantità di materiali e il design qualitativo dell’imballaggio.

 


 

BIOWASTAG

In partnership con Demetra Ltd., società Irlandese con sede a Dublino, Delta Engineering Services ha strutturato un progetto di ricerca per la valorizzazione di un biofuel ottenuto da rifiuti organici anche con alto contenuto di umidità. La tecnologia, al momento in fase pilota, è stata individuata presso University of Natural Resources and Life Sciences (BOKU) (Vienna, Austria).

Il progetto, ambizioso, prevede il coinvolgimento di partner accademici tra i quali: Università degli Studi di Ferrara (Unife) (Ferrara, Italy), University of Natural Resources and Life Sciences (BOKU) (Vienna, Austria), Karlsruhe Institute Technology (KIT) (Karlsruhe, Germany), University of Mainz (UM) (Mainz, Germany), University “Politehnica” from Timisoara (UPT) (Timisoara, Romania), Dublin Institute of Technology (Ireland).

BIOWASTAG è stato presentato per accedere ai finanziamenti secondo lo schema Europeo Horizon 2020 e dove è stato proposto un budget di euro 7 milioni.


BIOMASS

Applicazione di sitema di dosaggio di catalizzatore microbiologico per per processi di digestione naerobica nel campo della depurazione dell’acqua, della produzione di biogas per il settore energetico e nei trattamenti di bonifica di suoli inquinanti. Il catalizzatore si adatta all’ambiente  in cui viene inserito e dimostra efficacia nella stabilizzazione dei fanghi del processo di digestione anaerobica, ne aumenta la produzione di gas metano e riduce la formazioni di specie odorigene come l’acido solfidrico.